Sweet Emotion Travel | Briançon – La Salette 9-10 giugno 2020
16914
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16914,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.6.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
 

Briançon – La Salette 9-10 giugno 2020

“…Avvicinatevi, figli miei, non abbiate paura”.
E’ il 19 settembre del 1846, nel cuore delle brulle Prealpi francesi, quando due pastorelli, Melania e Massimino, ricevono la visita da una “Bella Signora” in pianto.
La Vergine implorava il suo popolo di “scegliere per la vita”.
Il suo richiamo e le sue lacrime hanno emozionato tante persone che, da 164 anni, non smettono di salire sulla montagna per mettersi in cammino sulle tracce di Suo Figlio.

 

Risultato immagini per briancon centro storico

 

1 giorno : 9 giugno 2020

Incontro dei Sigg.ri Partecipanti in Piazza Mercato ad Abano Terme, sistemazione in Bus G.T. e partenza alle ore 6.00. Soste lungo il percorso secondo necessità. Arrivo a Briançon. Pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita guidata della città. Situata a 1326 metri sul livello del mare, alla confluenza di cinque valli, Briançon è la città più alta di Francia. Questa città d’arte e di storia, fortificata da Vauban nel XVIII secolo, è oggi classificata come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Briançon ha infatti un numero notevole di fortificazioni, costruita nel XVIII secolo per migliorare il sistema di difesa della città. Così, nel corso della visita si scopre la città alta o la cittadella Vauban, il cuore stesso di Briançon, dominata dal forte del castello, e le diverse opere circostanti, il forte delle Salettes, il forte delle Trois Têtes o ancora il forte di Randouillet. Una volta davanti alla porta di Pignerol, la città vecchia pittoresca, rivela ai suoi visitatori numerose testimonianze del suo passato. La Collegiata di Notre-Dame del XVIII secolo, la Chiesa delle Cordeliers del XIV secolo, le antiche dimore che si elevano su entrambi i lati delle ripide stradine, l’incantevole Place d’Armes circondata da belle facciate colorate che evocano la Provenza o ancora le fontane e le meridiane sono altrettante scoperte disponibili allo sguardo degli amanti dell’architettura. In inverno, Briançon diventa una destinazione famosa per gli amanti dello sci. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento in hotel.

Risultato immagini per la salette santuario

2 giorno : 10 giugno 2020

Prima colazione in hotel. Partenza per la Salette. Tempo a disposizione per partecipare alle funzioni religiose. Questo santuario, arroccato sulle Alpi a ben 1800 metri di quota, ebbe origine dall’apparizione, avvenuta nel 1846, della Vergine a Massimino (undici anni) e Melania (quattordici anni): due ragazzi poveri e sprovveduti che stavano pascolando le mucche dei loro padroni.  In quell’ambiente povero e religiosamente degradato la Vergine si rivolse ai bambini con un linguaggio estremamente semplice: pianse e parlò  del Figlio terribilmente adirato con il popolo francese e pronto a castigarlo severamente se non si convertiva, tornando alle più elementari pratiche cristiane. Quest’apparizione, presto riconosciuta dall’autorità episcopale, turbò profondamente la popolazione e segnò l’inizio di un suo insperato ritorno alla fede e alla pratica religiosa.  Nonostante il posto disagevole, sul luogo dell’apparizione sorsero una grande chiesa di stile neo-romanico e ampi locali per i custodi e l’accoglienza dei pellegrini. Il santuario di Nostra Signora de La Salette risale al 1865, la struttura è imponente, e la navata della basilica è definita da due file di colonne che sorreggono il soffitto a volta. Dietro l’altare nell’abside vi è un mosaico raffigurante il Cristo con l’Arc en ciel (l’aureola è un arcobaleno, simbolo di pace) . Nel transetto ci sono i tre medaglioni che rappresentano i tre momenti dell’apparizione: il pianto, il messaggio e l’ascesa in cielo. Proseguendo la visita del santuario, si scende nel piccolo museo sotterraneo che narra la storia di La Salette e le comunità salettiane nel mondo. Nel 1879 fu costruito il ricovero per accogliere i pellegrini provenienti da  tutte le regioni circostanti e che vi si recavano per pregare sul luogo delle apparizioni. Usciti dal Santuario si nota un percorso accessibile anche ai disabili lungo il quale varie statue ci  ricordano l’apparizione della Madonna ai giovani pastori. Dopo questo percorso si può andare sulla cima della montagna fino a raggiungere il grande Crocifisso in ferro de La Salette che riproduce quello che aveva la Vergine Maria durante l’apparizione (era il pendente di una catena che portava al collo). Nei bracci di questo Crocifisso da un lato vi è un martello che rappresenta il peccato che inchioda Gesù, dall’altro vi sono delle tenaglie che rappresentano i cristiani che vogliono rimuovere i chiodi mediante la santità della loro vita e alla base del crocifisso vi è un teschio con i due femori incrociati, che rappresenta la morte inevitabile per gli uomini e che urge loro la salvezza di Cristo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per il rientro.

Risultato immagini per la salette santuario

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

€ 230.00

Prenotazione con acconto € 100.00

 Saldo 40 giorni prima della partenza

 

LA QUOTA COMPRENDE: Bus G.T.; Accompagnatore Agenzia;  Sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie con servizi; Trattamento pasti come da programma; Servizio di guida come da programma; Assicurazione Medico Bagaglio base gruppi;

 

LA QUOTA NON  COMPRENDE: Ingressi a musei e/o monumenti; Supplemento camera singola € 45.00; Bevande ai pasti da pagarsi in loco; Mance, facchinaggi ed extra di carattere personale;  Tutto quello non espressamente indicato alla voce la quota  comprende.

Download PDF